Esplorando la cultura marocchina

Il Marocco è un paese che, al di là delle tantissime bellezze da esplorare tra cose da vedere e attività da vivere, offre una ricchissima cultura da vivere. Per questo motivo, con la guida di oggi, vogliamo mostrarti il lato più segreto, misterioso ed autentico della cultura del Marocco tra usi, costumi e traduzioni uniche nel loro genere.

Prima di tutto c’è da dire che il Marocco è un luogo dove regna una profonda accettazione delle differenze e che contiene, all0interno della propria traduzione, tantissime sfumature provenienti da popolazioni diverse. Inoltre, considereremo anche come la cultura marocchina si sia evoluta negli anni anche smussando alcune tradizioni per modernizzarle ma senza mia venir meno alla propria identità e alle proprie origini.

Vi parleremo in particolare delle sue caratteristiche autentiche, ma anche della realtà in cui il Marocco è diventato un paese in cui troverete un abbraccio di altre culture e tradizioni e persino una pratica in certi angoli. Questo paese ha veramente conosciuto il significato di moltitudine, dato che la sua cultura è cambiata molto nel corso della storia.

Viaggiando attraverso il Marocco, scoprirai che è una terra di arte e storia, il paese da solo ha ospitato berberi, fenici, arabi, sud (Africa sub-sahariana) e nord (romani, vandali, spagnoli-andalusi, sia musulmani che Ebrei): tuttavia, la maggior parte della popolazione del Marocco è di etnia berbera e araba, e almeno un terzo della popolazione parla la lingua Amazigh.

In questa guida vi parleremo di quelle caratteristiche peculiari della popolazione della cultura marocchina che riteniamo siano assolutamente da vivere durante un viaggio in Marocco cercando di calarsi il più possibile nell’autenticità culturale evitando i soliti must da vedere e da fare. Partiamo dal parlare un po’ del popolo marocchino: Il popolo marocchino segue tendenzialmente per la maggior parte i principi dell’Islam e, la famiglia ha ancora un forte valore e una radicata importanza nella cultura locale.

La famiglia tipica marocchina, infatti, ha una solida base nell’unità, qualunque sia la famiglia nucleare e riferendosi anche alla famiglia estesa. Si differenzia profondamente dalla cultura occidentale in quanto in Marocco, Cìci si aspetta che i figli si prendano cura dei loro genitori quando invecchiano, quindi ci sono pochissime case per anziani rispetto alla cultura occidentale. Oltre a questo forte senso di appartenenza verso la propria famiglia, un’altra delle caratteristiche del paese, è il forte senso di ospitalità.

Le persone marocchine amano conoscere gente nuova e far conoscere la propria storia e cultura. In particolare ti consigliamo di legare con le persone più anziane le quali sono sempre ben disposte a far scoprire il lato più unico e antico della propria terra raccontando storie e mostrando luoghi per poter vivere la vera vita marocchina. Una delle differenza con altri paesi comunemente presi in considerazione per un viaggio esotico, e che rendono il Marocco ancora più affascinate è che lì esistono ancora i vestiti tradizionali. Uno di questi è il Djellaba, anche se non è quello che i giovani indossano oggigiorno.

C’è anche il Caftano indumento piuttosto elegante che spesso vengono utilizzati persino per i matrimoni! Visitare il Marocco durante le festività o assistere ad un matrimonio è un’esperienza unica per poter estrapolare dei veri e propri frammenti tra tradizione e modernità. Assolutamente da provare!

La prima cosa che ogni marocchino inizierà a raccontarti quando gli chiedi da dove viene è il cibo! Sì, il cibo,: che ci crediate o no, è difficile descrivere il cibo marocchino solo con le parole. Dalle paste al tajine e al couscous, i pasti incanteranno te! Non sono solo ben cotti ma anche immensamente dettagliati. Soprattutto le spezie! Chiedete a qualsiasi marocchino e lui vi dirà come integrare e giocare con le spezie per creare piatti assolutamente unici. Infondo è proprio così, le spezie sono la parte più importante della cucina marocchina!

Le spezie più comunemente usate sono cumino, sale, pepe, origano, prezzemolo, coriandolo e menta! Segue lo zenzero, la paprika, la curcuma e lo zafferano. La cucina marocchina è praticamente un mix di cucina mediterranea, araba, andalusa e berbera. È fortemente influenzato dalle sue interazioni e scambi con altre culture che mostrano solo quanto il Marocco sia poliedrico e multiculturale! Quanto sopra è solo un’introduzione alla cucina marocchina.

Se stai pensando di andare in viaggio in Marocco ci sono alcuni piatti assolutamente da tenere in considerazione come Bissara che è una zuppa di fave secche, Harira che è ricca di pomodori, lenticchie, ceci e agnello e condita con una spremuta di succo di limone e coriandolo, Tagine che è probabilmente il primo piatto da provare! Ovviamente anche il famoso Cous Cous merita un tentativo!

E, ultima cosa da provare ma non meno importante, il Maakouda (un pancake di patate). Ovviamente ogni zona del paese cucina i piatti in modo diverso e personalizzandoli a piacimento quindi, un viaggio in Marocco alla scoperta di tutte le sue bellezze e delle zone più disparate può diventare un’ottima occasione anche per sperimentare gustose ricette e varianti.

Ricordiamo che la cosa fondamentale durante una visita in Marocco sta proprio nel provare ad immergersi nella cultura locale: parlare con le persone del posto, mangiare cibi tipici e abbandonare un po’ le solite soluzioni turistiche sono i primi passi per poter vivere davvero il Marocco e scoprire così la sua fantastica magica cultura.